pubblicizzare

Sei curioso di sapere come sarai tra qualche anno con i capelli grigi e le rughe sul viso? La risposta che stai cercando è in un'app, quindi puoi farlo usa faceapp per sembrare vecchio modificare le tue foto.

Sebbene sia stata lanciata nel 2017, FaceApp ha raggiunto il suo successo nel 2019 quando è diventata una delle app più scaricate degli ultimi anni.

Il editor di volti Ha suscitato scalpore tra le celebrità, i politici e la società in generale, poiché tutti volevano utilizzare FaceApp per sapere come sarebbero stati una volta invecchiati.

pubblicizzare

L'app che ci ha invecchiato tutti: perché tanta rabbia per l'utilizzo di FaceApp?

A luglio 2019, l'app FaceApp ha migliorato il suo filtro di invecchiamento con tecnologia avanzata di rete neurale, ovvero un fotoritocco di intelligenza artificiale.

Ma l'app sviluppata dall'azienda russa Wireless Lab ha voluto confermare che il nuovo filtro funzionava con risultati realistici e che per questo doveva diventare virale.

È così che l'etichetta # è diventata popolareFaceApp Challenge sui social network e quasi tutti hanno aderito alla sfida di mostrare le proprie foto modificate con FaceApp.

La sfida è diventata un Trending Topic su Instagram, Facebook e Twitter. Politici, atleti, artisti e personaggi pubblici si sono uniti alla sfida e hanno pubblicato i loro volti con qualche anno addosso.

Come usare FaceApp?

Questo è uno strumento con un'interfaccia intuitiva, disponibile gratuitamente e che non solo ti consente di invecchiare le tue foto.

pubblicizzare

Con esso puoi anche modificare i tuoi selfie per sembrare più giovane, cambiare sesso e persino etnia. Tutto questo a scopo di intrattenimento.

Se vuoi usare FaceApp per sembrare più vecchio, descriviamo in semplici passaggi cosa dovresti fare:

  1. Scarica l'app per Androide o iOS
  2. apri l'app
  3. Seleziona la foto che desideri modificare
  4. Puoi selezionare più di un volto se si tratta di una foto di gruppo
  5. Scegli il filtro dell'età
  6. Seleziona Età

Intelligente! Ora puoi vedere la tua vecchia foto, condividerla con i tuoi amici sui social network o lasciarla salvata nella tua galleria.

Pubblicità - OTZAds

Ora, come abbiamo già detto, ci sono molte funzioni che questa app ha, quindi puoi divertirti a provare i diversi filtri.

Vi ricordiamo che questo è un App gratuita, tuttavia contiene un pacchetto di filtri e funzionalità disponibili solo nella versione Pro.

E se invece di sembrare più vecchio vuoi correggere le rughe e le rughe d'espressione nei tuoi selfie, puoi utilizzare il filtro della giovinezza in questa app o controllare questo Articolo.

La tua privacy a rischio utilizzando FaceApp

Uno degli aspetti che ha generato polemiche quando questa applicazione è diventata virale è stata la privacy policy, ovvero quei termini in minuscolo che milioni di utenti hanno accettato senza leggere ciò che dicevano.

Molti esperti di sicurezza hanno avvertito che i termini di utilizzo di FaceApp danno all'app l'accesso alle tue attività online.

Ciò significa che l'applicazione con accesso alla tua galleria può anche raccogliere dati sulle tue visite online, dati di navigazione, tra gli altri, per consegnarli ai fornitori di servizi.

Allo stesso modo, ha accesso ai dati del tuo dispositivo come modello, marca, versione del software, ecc.

Di conseguenza, c'era un settore di utenti che provava sfiducia, soprattutto quando si ipotizzava che, in quanto azienda russa, FaceApp potesse utilizzare i tuoi dati per scopi politici.

Intrattenimento VS Sicurezza

FaceApp ha indubbiamente riaperto il dibattito che va avanti da molti anni anche sulle politiche sulla privacy di Facebook e degli altri social network.

Ebbene, in essi liberiamo l'accesso alle nostre informazioni perché sono le condizioni per poter utilizzare queste piattaforme.

In questo senso, sovrapponiamo il nostro intrattenimento alla sicurezza dei nostri dati sui dispositivi mobili.

Tuttavia, nella nostra attuale società di tendenze, mode e tecnologia, tutti vogliono essere parte di ciò che è di tendenza.

Per questo motivo, la discussione sulla privacy e sulla protezione dei dati rimane sempre in secondo piano o in terzo piano per gli utenti.

0